15.3 C
Milano
venerdì 7 Ottobre 2022

Crypto, un miliardo di investitori entro il 2040: Lugano si candida ad hub mondiale

Milano – Una recente ricerca condotta dall’analista ed esperto di criptovalute Alex Kruge per Hsbc, colosso del settore bancario con sede a Londra, sull’andamento ciclico delle valute digitali evidenzia la continua espansione del settore, nonostante gli spettri della recessione e dell’inflazione. I modelli statistici prevedono infatti un allargamento della base degli utenti, con l’arrivo di 500 milioni di nuovi investitori entro il 2030. Numeri in rapida progressione anche per quanto riguarda il decennio 2030-2040, anno in cui la piattaforma cripto potrebbe arrivare ad ospitare ben 1 miliardo di operatori.

E come capitale del pianeta crypto s’è candidata recentemente Lugano: la città svizzera vuole seguire l’esempio di El Salvador e diventare un vero hub mondiale per la moneta digitale. La capitale del Ticino è diventata una delle realtà più aperte ad eventi, mostre, convegni e casi di studio legati al mondo della blockchain ma anche degli NFT. Un esempio è il pool di investimenti da 100 milioni di franchi svizzeri, destinati alle startup che desiderano sviluppare l’infrastruttura necessaria per facilitare l’adozione di Bitcoin e promuovere la posizione presso le aziende che porteranno competenze nell’area.

A riprova della crescente importanza delle criptovalute, Merriam-Webster – una delle più importanti e antiche case editrici americane -, ha inserito la terminologia delle criptovalute nell’ultima edizione del suo celebre dizionario. Per la prima volta, i non addetti ai lavori troveranno termini tecnici del comparto tra le pagine di una vera e propria istituzione culturale. Anche i lessicografi registrano e legittimano la profonda influenza sociale del settore, a dimostrazione di quanto DeFi e criptovalute siano ormai presenti nella vita quotidiana dei cittadini del mondo occidentale.

Latest News