23.7 C
Milano
domenica 3 Luglio 2022

Consob, richiamo a emittenti quotate su rischi guerra ucraina

Milano – La Consob richiama l’attenzione degli organi di amministrazione e controllo e degli audit committee delle società quotate in Italia e delle società di revisione incaricate in merito alle raccomandazioni formulate dall’ESMA in data 13 maggio 2022 tramite Public Statement, riguardanti gli effetti dell’invasione dell’Ucraina da parte della Russia sulle rendicontazioni finanziarie semestrali 2022 redatte secondo lo IAS 34 “Bilanci intermedi”. “I contenuti del Public Statement dell’Esma si intendono richiamati, ove compatibili, anche per le società che utilizzano i principi contabili nazionali”, sottolinea Consob, che in data 18 marzo 2022 aveva già richiamato l’attenzione degli emittenti vigilati sull’impatto della guerra in Ucraina in relazione alle rendicontazioni finanziarie.

Per quanto concerne i prospetti di offerta pubblica/ammissione alle negoziazioni di strumenti finanziari, nonché i relativi supplementi ed i documenti di offerta pubblica di acquisto ed i comunicati dell’emittente, Consob richiama l’attenzione sulla necessità di riportare le informazioni quali-quantitative in merito agli impatti del conflitto. Gli amministratori dovranno rivalutare le informazioni riguardanti i piani aziendali e le previsioni o stime dei risultati precedentemente diffusi al mercato. La Consob, inoltre, visto il prolungarsi del conflitto in Ucraina, richiama anche l’attenzione dei gestori di portali on-line iscritti nell’apposito registro, sulla necessità di rappresentare in maniera dettagliata e compiuta i possibili effetti del conflitto nel contesto della raccolta on-line di capitali per le piccole e medie imprese.

Latest News