21.3 C
Milano
sabato 28 Maggio 2022

Bper Banca official partner della 1000 Miglia

Milano – Bper Banca è per la prima volta Official Banking Partner della 1000 Miglia che nella sua prossima edizione dal 15 al 18 giugno, con una carovana di 375 auto storiche, si snoderà lungo un percorso di 1.700 chilometri toccando oltre 250 località tra Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Marche, Umbria, Lazio, Toscana e Liguria. Lo annuncia una nota dell’istituto di credito.

Come dichiara Stefano Vittorio Kuhn, direttore della Rete commerciale di Bper Banca, “siamo orgogliosi di questa scelta, che valorizza la cultura dei motori, l’arte del saper fare e gli aspetti tipici di città e borghi in un’ampia zona del Paese. Essere a fianco della Corsa più bella del mondo – continua Kuhn – è una concreta dimostrazione di vicinanza alle migliori espressioni dei territori. Non a caso la nostra Banca ha radici nella Motor Valley emiliana, punto di riferimento del settore con marchi di eccellenza mondiale e una consolidata tradizione di progettisti, meccanici e artigiani.

Nel suo percorso di sviluppo, con cui ha assunto una nuova e rilevante dimensione nazionale, l’Istituto ha poi costruito in questi anni solidi rapporti in molti altri territori, tra cui in particolare Brescia e la Lombardia tutta, dove cultura dei motori, competenza e passione per il lavoro sono a loro volta gli ingredienti di tante storie di successo. Ecco perché essere Official Banking Partner della 1000 Miglia 2022 rappresenta per noi una sintesi efficace del cammino percorso, ora a fianco della Corsa simbolo di eleganza e stile italiano, un’eccellenza che evoca passione, emozione e fascino. Tutto ciò ci fornisce inoltre una chiara indicazione sui nuovi obiettivi da raggiungere”, conclude Kuhn.

Bper Banca, inoltre, sosterrà altri due eventi sotto il segno della Freccia Rossa: 1000 Miglia Green e Sorrento Roads by 1000 Miglia dopo aver figurato, in qualità di Race Main Sponsor, tra i sostenitori della recente edizione della Coppa delle Alpi, prima gara valida per il Campionato Grandi Eventi 2022, ed è attiva a livello nazionale con il supporto a numerose iniziative che promuovono la cultura sportiva, l’aggregazione e le tradizioni dei territori.

Ieri pomeriggio, al Bper Banca Forum Monzani di Modena, si è svolta anche la cerimonia di consegna delle borse di studio fondazione 150° di Bper Banca. Quest’anno sono stati premiati 267 studenti provenienti da 42 province italiane che si sono distinti nell’anno scolastico 2019-2020: 85 di loro hanno ricevuto un assegno da 700 euro, altri 182 un assegno da 500 euro. Un folto gruppo di premiati ha partecipato di persona all’evento che è stato anche trasmesso in streaming.

Per Bper Banca sono intervenuti la presidente Flavia Mazzarella e il Chief Human Resources Officer Giuseppe Corni. Erano inoltre presenti il Presidente del Tribunale di Modena Pasquale Liccardo, il Magnifico Rettore dell’Università di Modena e Reggio Emilia Carlo Adolfo Porro, l’Assessore all’Istruzione del Comune di Modena Grazia Baracchi e il Tenente Colonnello dell’Accademia Militare di Modena Enrico Gasparini. Il Premio, giunto alla 55esima edizione, è stato istituito nel 1967 in occasione del centenario della Banca Popolare dell’Emilia Romagna, fondata nel 1867 con la denominazione di Banca Popolare di Modena. L’iniziativa è un’ulteriore testimonianza dell’attenzione che l’Istituto riserva ai territori, con particolare riguardo al mondo della scuola e della cultura giovanile.

“Le studentesse e gli studenti che hanno scelto di puntare sulla cultura vanno premiati. Con queste borse di studio Bper Banca vuole ringraziarli per l’impegno e le capacità che hanno dimostrato” ha commentato la presidente Mazzarella. “La Banca porta avanti da tempo numerosi progetti per valorizzare il talento giovanile: iniziative didattiche con Accademie, Università e scuole, oltre a premi per gli studenti più meritevoli. Il nostro sostegno è in linea con la proclamazione del 2022 come ‘Anno Europeo dei Giovani’. Una scelta che presuppone un impegno preciso nei confronti delle nuove generazioni, per dare loro più opportunità in termini di istruzione, partecipazione, formazione e lavoro”, ha concluso.

Ha aggiunto Corni: “In futuro sarà necessario disporre di sempre maggiori competenze e conoscenze specialistiche. Il mondo del lavoro sta cambiando rapidamente e con esso le aspettative verso i nuovi professionisti, ma è certo che verrà sempre riconosciuta la capacità di evolvere. Per farlo c’è bisogno di impegno, curiosità e intraprendenza. Siamo orgogliosi di premiare gli studenti che si sono distinti nel loro percorso scolastico: saranno loro la classe dirigente di domani e siamo sicuri che lavoreranno nel miglior modo possibile per il benessere del Paese”, ha concluso.

Latest News