10 C
Milano
lunedì, Ottobre 18, 2021

Borse europee in rialzo. A Piazza Affari torna il sole

Le borse europee iniziano a rialzarsi con il Dax che segna alle 9.28 un +0,72% con 15624.81 punti, CAC 40 +0,44% con 6536.25 punti e FTSEMIB che riporta un po’ di sole a Piazza Affari con +0,60% con 25227.92 punti. In rialzo anche Francoforte (+0,66%) e Amsterdam (+0,33%).

I future su Wall Street hanno registrato una parziale discesa, dove solo il Nasdaq (+0,17% al momento a 14.663) è in moderato terreno positivo, mentre Dow Jones (-0,60% a 34577) ed S&P 500 (-0,20% a 4343) sono entrambi in perdita contenuta. Russel ha invece chiuso a -1,36% a 2274. Al momento l’indice di volatilità è a 16.45 con un aumento del 9,8%. Gli investitori sembrano ancora abbastanza preoccupati che i mercati abbiano ormai raggiunto il loro picco e che sia pronta una correzione. Inoltre, anche occhi puntati sulla pubblicazione dei verbali della riunione in agenda alle 20.00 del Fomc della Fed di giugno, per capire quando la Banca centrale americana intenderà avviare il tapering.

Le Borse di Asia e Pacifico in calo, anche in conseguenza alla contrazione degli indici azionari statunitensi, Shanghai guadagna lo 0,39%, ma Hong Kong perde lo 0,94% e Tokyo l’1,16%. Le azioni in Giappone sono in rosso, anche per il timore che le Olimpiadi possano innescare un’altra impennata di contagi. 

L’indice australiano Asx 200 (+0,8%) sta guidando i guadagni in Asia grazie al rimbalzo dell’economia, con la banca centrale (Rba) che ha deciso di ridurre l’acquisto di obbligazioni mantenendo i tassi a un minimo storico.

Sul mercato dei cambi, l’euro/dollaro che è in perdita dello 0,08% a 1.1814 (1,1829 ieri in chiusura). Euro/lira turca perde lo 0,24% a 10.2517. Il bitcoin/dollaro US guadagna l’1,66% 34.812, mentre la sterlina UK/ dollaro US perde lo 0,01 a 1.3791. La moneta unica europea vale anche 130,87 yen (130,79), mentre il rapporto dollaro/yen e’ a 110,73 (110,55). In moderato rialzo il prezzo del petrolio: il future agosto sul Wti sale dello 0,44% a 73,69 dollari al barile, mentre la consegna settembre sul Brent si attesta a 74,80 dollari (+0,36%). Crescita anche per l’oro che guadagna lo 0, 32% a 1802.

Tra i titoli a maggiore capitalizzazione, gli acquisti premiano Buzzi Unicem, che è in testa alle azioni che guadagnano di più (+3,2ì79%), Leonardo (+1,36%), Azimut Holding (+1,22%), Exor (+1,17%) mentre frenano Fineco Bank (-0,02%), Amplifon (-0,31%), Diasorin (-0,44%) e Telecom Italia (-0,46%).

Latest News

Web TV