23.1 C
Milano
martedì, Settembre 21, 2021

Borse, avvio poco mosso. Borse asiatiche chiudono in rosso

Stamattina le borse europee non si sono ancora svegliate, quindi per il momento si assiste a un avvio abbastanza piatto: (alle ore 09.40) il Ftse Mib segna +0,13% a 26592.22 punti, il Cac40 +0,15% a 6892.68 punti e lo 0,14% il Dax a 15959.380 punti. Sulla stessa scia anche Ibex 35 a +0,13% a 8990.90 punti. Più deciso il Ftse 100, con +0,37% a 7219.98 punti. Si muove in negativo Aex che perde lo +0,13% a 774.26 punti.

Anche Wall Street si è mostrata poco mossa in chiusura: il Dow Jones ha chiuso appena sopra la parità a +0,04% a 35499.86 punti, S&P500 è salito dello 0,30% a 4460.82 punti e il Nasdaq dello 0,35% a 14816.26 punti. Attesa, oggi, per alcuni dati Usa (prezzi all’import ed export e fiducia del Michigan) e le conseguenti prossime mosse della Fed.

Nessuna variazione significativa in chiusura per il listino di Tokyo (-0,14%), con il Nikkei 225 che si attesta sui valori della vigilia a 28.015 punti, mentre Shenzhen ha perso lo 0,69% a 14799.0326, così come Hang Seng (-0,66% a 26341.91 punti) e Shanghai (-0,24% a 3516.2990 punti).

Oggi lo spread Btp/Bund va sotto quota 100 punti base a 99,98 con il rendimento del Btp dieci anni cala allo 0,54%. Tra le materie prime, il prezzo del greggio scende (Wti -0,81% a 68,53 dollari al barile e Brent -0,69% a 70,82 dollari al barile). Recupera l’oro (+0,41% a 1.758 dollari al barile).

Per le valute, la moneta unica vede un leggero rialzo dello 0,07% nei confronti del dollaro e scambia a 1.1737: meglio il crosso con sterlina, dove scambia a 0,8500 (+0,14%). Il dollaro in leggera discesa nei confronti dello yen dove scambia a 110.29 (-0,10%%). Nessun movimento per la sterlina sul biglietto a verde a 0,00% e scambia a 1.3805.

A Piazza Affari si mette in luce Nexi che vede un rialzo dell’1,34% a 17.73 euro, seguita da Exor (+1.08% a 75.2 euro), Stellantis (+1,07% a 18.696 euro) e Atlantia (+1% a  15.68 euro).

In negativo invece Prysmian (-0,99% a 32.07 euro), Inwit (-0,65% a 9.842 euro) e Stmicroelectronics (-0,64% a 36.365          euro).

Stamattina le borse europee non si sono ancora svegliate, quindi per il momento si assiste a un avvio abbastanza piatto: (alle ore 09.40) il Ftse Mib segna +0,13% a 26592.22 punti, il Cac40 +0,15% a 6892.68 punti e lo 0,14% il Dax a 15959.380 punti. Sulla stessa scia anche Ibex 35 a +0,13% a 8990.90 punti. Più deciso il Ftse 100, con +0,37% a 7219.98 punti. Si muove in negativo Aex che perde lo +0,13% a 774.26 punti.

Anche Wall Street si è mostrata poco mossa in chiusura: il Dow Jones ha chiuso appena sopra la parità a +0,04% a 35499.86 punti, S&P500 è salito dello 0,30% a 4460.82 punti e il Nasdaq dello 0,35% a 14816.26 punti. Attesa, oggi, per alcuni dati Usa (prezzi all’import ed export e fiducia del Michigan) e le conseguenti prossime mosse della Fed.

Nessuna variazione significativa in chiusura per il listino di Tokyo (-0,14%), con il Nikkei 225 che si attesta sui valori della vigilia a 28.015 punti, mentre Shenzhen ha perso lo 0,69% a 14799.0326, così come Hang Seng (-0,66% a 26341.91 punti) e Shanghai (-0,24% a 3516.2990 punti).

Oggi lo spread Btp/Bund va sotto quota 100 punti base a 99,98 con il rendimento del Btp dieci anni cala allo 0,54%. Tra le materie prime, il prezzo del greggio scende (Wti -0,81% a 68,53 dollari al barile e Brent -0,69% a 70,82 dollari al barile). Recupera l’oro (+0,41% a 1.758 dollari al barile).

Per le valute, la moneta unica vede un leggero rialzo dello 0,07% nei confronti del dollaro e scambia a 1.1737: meglio il crosso con sterlina, dove scambia a 0,8500 (+0,14%). Il dollaro in leggera discesa nei confronti dello yen dove scambia a 110.29 (-0,10%%). Nessun movimento per la sterlina sul biglietto a verde a 0,00% e scambia a 1.3805.

A Piazza Affari si mette in luce Nexi che vede un rialzo dell’1,34% a 17.73 euro, seguita da Exor (+1.08% a 75.2 euro), Stellantis (+1,07% a 18.696 euro) e Atlantia (+1% a  15.68 euro).

In negativo invece Prysmian (-0,99% a 32.07 euro), Inwit (-0,65% a 9.842 euro) e Stmicroelectronics (-0,64% a 36.365          euro).

Latest News

I più letti