Questo sito contribuisce all'audience di

Questo sito contribuisce all'audience di

11 C
Milano
sabato 2 Marzo 2024

Borse asiatiche contrastate: Pechino chiude negativa a 0,53, mentre Shanghai a +2,91

Le dinamiche attuali delle borse asiatiche riflettono un quadro eterogeneo, con notevoli disparità tra le diverse piazze finanziarie della regione. Mentre la maggior parte degli indici mostra segni di debolezza o un andamento al ribasso, i mercati cinesi si distinguono per una performance esuberante. Questo fenomeno è in gran parte attribuibile alle recenti misure annunciate da Pechino, tra cui l’utilizzo di un fondo pubblico per sostenere l’azionario.

In particolare, la borsa di Shanghai ha registrato un notevole balzo del 2,91%, evidenziando la reattività degli investitori alle iniziative del governo cinese. Anche Hong Kong segue questa tendenza positiva, con un aumento significativo del 3,77%. Tale ottimismo potrebbe essere alimentato dalle aspettative legate a un possibile vertice tra il presidente Xi Jinping e le autorità di vigilanza su mercati e finanza, come indicato da indiscrezioni di stampa.

Al contrario, la borsa di Tokyo, rappresentata dal Nikkei 225, mostra una performance meno brillante, perdendo lo 0,53%. Questo potrebbe essere influenzato da dinamiche interne al mercato giapponese o da fattori globali che impattano negativamente sull’andamento dell’indice. Nel contesto valutario, il dollaro continua a rafforzarsi, scambiandosi a 148,4 sullo yen, indicando un atteggiamento di investitori orientato verso la valuta statunitense.

Va notato che la borsa sudcoreana di Seul mostra una perdita dello 0,75%, contribuendo al quadro di eterogeneità nell’area asiatica. In definitiva, la situazione attuale riflette una combinazione complessa di fattori economici, politici e finanziari che influenzano i mercati asiatici in modi diversi.

Latest News