1.6 C
Milano
mercoledì, Gennaio 26, 2022

Borsa, piazze europee poco entusiaste. Prezzi petrolio in risalita

Un’apertura delle borse europee senza infamia e senza lode: (alle ore 09.15), il Ftse Mib è in leggero calo dello 0,10% a 26627.43 punti, mentre il Cac40 è in rialzo dello 0,22% a 6980.46 punti, il Dax dello 0,15% a 15470.430 punti. In territorio positivo anche Aex con +0,23% a 776.76 punti, mentre si mostrano deboli Ibex con -0,04% a 8384.00 punti e Ftse 100 con -0,21% a 7282.30 punti.

Anche a Wall Street i futures si mostrano poco entusiasti (-0,07% il Dow Jones e -0,15% l’S&P500) per via dei timori della variante Omicron per quanto Biden non abbia ancora annunciato nuove restrizioni.

La Borsa di Tokyo ha chiuso in lieve rialzo, allungando il rimbalzo del giorno precedente nonostante la conferma dei primi casi di trasmissione locale della variante Omicron in Giappone, ad Osaka. A sostenere il listino i titoli tech e dei produttori di chip. Il Nikkei ha chiuso la seduta in rialzo dello 0,16% a 28.562,21 punti.

Hang Seng chiude la seduta a segna +0,57% mente Shanghai appena sotto la parità a -0,07%.

Nell’obbligazionario lo spread Btp/Bund a quota 131,7 punti base con il rendimento del decennale italiano all’ 1,010%. In rialzo dell’1,458% quello del Treasury a 10 anni.

Nelle commodities, i prezzi del petrolio riprendono a salire: il Wti sale dello 0,28% a 71,33 dollari al barile e il Brent fa +0,04% a 74,01 dollari al barile. L’oro scende di un marginale 0,04% a 1.788 dollari l’oncia.

Nel valutario il cambio euro-dollaro è a 1,1271, mentre con la sterlina scambia a 0.8494. Il dollaro sullo yen scambia a 114.30, mentre il cross tra sterlina e biglietto verde è a 1.3269.

A Piazza Affari positive Recordati Ord a +0,79%, A2A che segna +0,64% e Stmicroelectronics (+0,61%).

Deboli Unicredit (-0,77%), Eni (-0,74%) e Tenaris (-0,64%).

RECORDATI ORD – Tradingview

Latest News

Web TV