23.1 C
Milano
martedì, Settembre 21, 2021

Borsa, mercati europei indecisi. Piazza Affari torna sopra quota 26000

I listini europei chiudono la seduta un po’ indecisi: Milano termina la seduta a +0,39% a 26027.08 punti, Parigi a -0,36% a 6652.97 punti, Francoforte a +0,14% a 15722.990 punti. Chiusura in negativo per Madrid, che segna -0,41% a 8780.00 punti, e Londra (-0,49% a 7034.07 punti). Semaforo per Amsterdam (+0,79% a 797.71 punti).

Anche Wall Street non ha ancora deciso quale strada intraprendere, soprattutto dopo i dati sull’inflazione che sebbene sia diminuita ad agosto (5,3%) rimana ancora molto lontana dall’obiettivo deL 2% proposto dalla Fed: il Dow Jones è in calo dello 0,44% a 34716.27 punti, l’S&P 500 poco mosso a -0,10% a 4464.24 punti mentre il Nasdaq è in rialzo dello 0,21% a 15137.06 punti.

In campo obbligazione il rendimento del Btp decennale è in calo allo 0,649% con lo spread Btp/Bund che è sceso sotto quota 100 a 98,90 punti.

Sul fronte delle commodities, i prezzi del petrolio sono ancora al rialzo con il Wti a 70,86 dollari al barile e il Brent a 73,98 dollari; in rialzo anche l’oro (+0,87%) sopra i 1.800 dollari l’oncia, a 1.809. 

Nel valutario l’euro in lieve rialzo sul dollaro (+0,10%) e scambia a 1,1825, mentre rimane poco mosso nei confronti della sterlina (+0,06%) e scambia a 0.8534. Il dollaro in calo sullo yen (-0,29%), dove scambia a 109.68, e la moneta britannica è in rialzo (+0,13%) sul biglietto verde e scambia a 1.3855.

A Piazza Affari volano Stmicroelectronics (+3,62%), Amplifon (+3,24%), Diasorin (+2,59%) e Ferrari (+1,84%).

Forti vendite per Saipem, che perde il 2,08% e Telecom Italia, in flessione del 1,76% e Banco Bpm, in calo dell’1,35%.

I listini europei chiudono la seduta un po’ indecisi: Milano termina la seduta a +0,39% a 26027.08 punti, Parigi a -0,36% a 6652.97 punti, Francoforte a +0,14% a 15722.990 punti. Chiusura in negativo per Madrid, che segna -0,41% a 8780.00 punti, e Londra (-0,49% a 7034.07 punti). Semaforo per Amsterdam (+0,79% a 797.71 punti).

Anche Wall Street non ha ancora deciso quale strada intraprendere, soprattutto dopo i dati sull’inflazione che sebbene sia diminuita ad agosto (5,3%) rimana ancora molto lontana dall’obiettivo deL 2% proposto dalla Fed: il Dow Jones è in calo dello 0,44% a 34716.27 punti, l’S&P 500 poco mosso a -0,10% a 4464.24 punti mentre il Nasdaq è in rialzo dello 0,21% a 15137.06 punti.

In campo obbligazione il rendimento del Btp decennale è in calo allo 0,649% con lo spread Btp/Bund che è sceso sotto quota 100 a 98,90 punti.

Sul fronte delle commodities, i prezzi del petrolio sono ancora al rialzo con il Wti a 70,86 dollari al barile e il Brent a 73,98 dollari; in rialzo anche l’oro (+0,87%) sopra i 1.800 dollari l’oncia, a 1.809. 

Nel valutario l’euro in lieve rialzo sul dollaro (+0,10%) e scambia a 1,1825, mentre rimane poco mosso nei confronti della sterlina (+0,06%) e scambia a 0.8534. Il dollaro in calo sullo yen (-0,29%), dove scambia a 109.68, e la moneta britannica è in rialzo (+0,13%) sul biglietto verde e scambia a 1.3855.

A Piazza Affari volano Stmicroelectronics (+3,62%), Amplifon (+3,24%), Diasorin (+2,59%) e Ferrari (+1,84%).

Forti vendite per Saipem, che perde il 2,08% e Telecom Italia, in flessione del 1,76% e Banco Bpm, in calo dell’1,35%.

Latest News

I più letti