3.5 C
Milano
lunedì, Dicembre 6, 2021

Borsa, listini europei senza forza. Oggi riunione Bce

I listini europei si mostrano abbastanza deboli: (alle ore 10.35), il Ftse Mib appena sopra la parità a +0,01% a 26810.13 punti, il Cac40 segna +0,09% a 6759.74 punti, mentre il Dax perde lo 0,27% a 15664.550 punti. Negative anche per Ftse 100 (-0,40% a 7224.06 punti), Aex (-0,18% a 813.86 punti) e Ibex che segna -0,47% a 8930.20 punti.

I future di Wall Street rimangono invece in territorio positivo (+0,14% il Dow Jones e +0,09% l’S&P500) in attesa della riunione della Bce. 

L’azionario nipponico ha chiuso in ribasso, con le previsioni deludenti delle società tecnologiche che hanno portato a un’ondata di vendite, anche se i guadagni dei pesi massimi legati ai chip hanno limitato le perdite. Il Nikkei ha chiuso in calo dello 0,96% a 28.820,09 punti. Anche il resto dei listini asiatici ha chiuso in rosso: Hang Seng in calo dello 0,28%, Shanghai dello 1,23% e Shenzhen del’1,03%.

Sul fronte commodities, il petrolio scende ancora: il Wti a 81,8 dollari al barile e il Brent in quota 83,7. Oro sopra i 1.800 dollari l’oncia.

Nell’obbligazionario lo spread Btp/Bund sale a quota 109,4 punti base con il rendimento del decennale italiano in aumento allo 0,933%. In rialzo anche il rendimento del Treasury 10 anni all’1,554%.

Nel valutario l’euro debole sul dollaro (-0,08%) e scambia a 1,1593, così come con la sterlina (-0,06%) dove scambia a 0.8434. Il dollaro in calo sullo yen (-0,21%), dove scambia a 113.57, mentre in salita il cross tra sterlina e biglietto verde (+0,05%) a 1.3706.

A Piazza Affari inizia bene Diasorin che segna +2,75%. Positiva anche Amplifon (+2,52%), Stmicroelectronics (+1,79%) e Prysmian (+0,89%).

Deboli invece Saipem (-8,02%), Telecom Italia (-4,55%) e Tenaris (-2,53%).

Telecom Italia – Tradingview

Latest News

Web TV