10 C
Milano
lunedì, Ottobre 18, 2021

Borsa, listini chiudono in rosso. Settembre peggior mese 2021 per mercati azionari

Le piazze europee oggi tornano in negativo: Milano chiude le contrattazioni sotto la parità a -0,21% a 25683.80 punti. La seguono Francoforte in calo dello 0,68% a 15260.690 punti e Parigi dello 0,62% a 6520.01 punti. Negative anche Madrid (-0,94% a 8796.30 punti), Amsterdam (-0,50% a 771.94 punti)e Londra, con -0,31% a 7086.43 punti.

Anche a Wall Street i listini sono abbastanza deboli: il Dow Jones perde l’1,32%, l’S&P 500 lo 0,88% e il Nasdaq segna -0,33%.

Lo spread tra Btp e Bund si attesta a 104,33 punti al termine delle negoziazioni, con un timido incremento di 1 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari allo 0,85%.

Ancora in rialzo il petrolio, con il Wti che guadagna lo 0,49% a 75,20 euro e il Brent a 78,52 dollari (+0,55%). In aumento anche l’oro (+2,39%) a 1.764 dollari l’oncia.

Nel valutario l’euro in caduta sul dollaro (-0,26%) e scambia a 1,1567, situazione analoga nei confronti della sterlina (-0,44%) dove scambia a 0.8597. Il dollaro in calo sullo yen (-0,43%), dove scambia a 111.488, mentre la moneta britannica in rialzo (+0,22%) sul biglietto verde e scambia a 1.3454.

I mercati azionari europei archiviano con una seduta sottotono il peggior mese del 2021, con Milano che ha perso complessivamente l’1,25% circa durante il mese di settembre.

A Piazza Affari si registrano ottime performance su Recordati (2,63%), Tenaris (+1,81%), ENI (+1,39%) e Exor (+1,33%).

Le peggiori performance, invece, si sono registrate su Nexi, che ha chiuso a -2,88%. Sotto pressione Enel, con un forte ribasso del 2,09%. Soffre Telecom Italia, che evidenzia una perdita dell’1,85%.

Latest News

Web TV