0.7 C
Milano
giovedì, Gennaio 27, 2022

Bollette, aumento record gas (+59,2%) e luce (+65%). Assoutenti: scatta esposto ad Antitrust

Il record al rialzo dei prezzi dei prodotti energetici all’ingrosso e dei permessi di emissione di CO2, porteranno ad un aumento del 65% della bolletta dell’elettricità e del 59,2% di quella del gas. E’ quanto segnalato dall’Autorità per l’Energia.

Secondo il comunicato ufficiale. l’Autorità ha confermato l’annullamento transitorio degli oneri generali di sistema in bolletta e potenziato il bonus sociale alle famiglie in difficoltà, in base a quanto previsto dalla Legge di Bilancio 2022, con cui il Governo – oltre a ridurre l’Iva sul gas al 5% per il trimestre – ha stanziato le risorse necessarie agli interventi, con ciò consentendo di alleggerire l’impatto su 29 milioni di famiglie e 6 milioni di microimprese.

Malgrado gli interventi, tuttavia, l’aumento per la famiglia tipo in tutela sarà comunque del +55% per la bolletta dell’elettricità e del +41,8% per quella del gas per il primo trimestre del 2022.

3,8 miliardi di euro circa stanziati dal Governo con la Legge Bilancio 2022 sono stati destinati al contenimento della bolletta delle famiglie e delle microimprese, allocando 1,8 miliardi di euro alla riduzione degli oneri generali di sistema per l’elettricità e 480 milioni per quelli gas nel prossimo trimestre, oltre a 912 milioni destinati al potenziamento dei bonus.

Secondo Assoutenti, gli aumenti delle tariffe di luce e gas sono “mostruosi” e portano l’associazione dei consumatori a presentare un esposto all’Autorità garante per la concorrenza e all’Antitrust Ue affinché indaghino sulle speculazioni in atto sui mercati di elettricità e gas.

“I rincari decisi oggi da Arera rappresentano una mazzata per famiglie e imprese e provocheranno danni economici ingenti al paese – afferma il ​​presidente Furio Truzzi – I 3,8 miliardi messi in campo dal Governo, così come previsto da Assoutenti, si sono rivelati insufficienti, e non hanno evitato la stangata che si abbatterà sulle bollette degli italiani. In tutto ciò Arera, l’autorità che dovrebbe vigilare sul mercato, si è rivelata totalmente assente e sembra aver assunto la funzione di semplice notaio che certifica i maxi-rincari senza concretamente attivarsi contro le speculazioni sui prezzi”.

Proprio per questo Assoutenti, dopo i rincari decisi oggi da Arera, annuncia un esposto all’Antitrust italiano e a quello europeo, affinché sia ​​avviata una istruttoria sulle speculazioni in atto sui mercati di luce e gas e sugli illeciti che hanno determinato il fortissimo incremento delle bollette. “Ribadiamo infine la nostra richiesta al Governo di concedere a famiglie e imprese di rateizzare le bollette dell’energia per un periodo di 24 mesi, allo scopo di evitare a migliaia di nuclei e di attività di finire in default a causa dei costi insostenibili di luce e gas” – conclude Truzzi. 

Latest News

Web TV