Questo sito contribuisce all'audience di

Questo sito contribuisce all'audience di

11 C
Milano
sabato 2 Marzo 2024

BoJ: Segnali di Normalizzazione nella Politica Economica”

La Banca del Giappone manifesta crescente fiducia nella robustezza dell’economia, spinta dall’incremento salariale e dalla crescita dei prezzi nel settore dei servizi, indicando una possibile svolta dalla prolungata politica di tassi di interesse negativi. Questo cambiamento si allinea a un’ottimistica prospettiva sull’inflazione. Sebbene la recente decisione di mantenere i tassi attuali fosse attesa, la prospettiva di un’uscita dalla politica monetaria ultra-accomodante entro marzo suggerisce un’ottimistica cautela circa le condizioni economiche. L’incertezza persiste sulla tempistica del primo rialzo dei tassi dal 2007, evidenziando la complessità che la Banca del Giappone affronta nel gestire cambiamenti nella politica monetaria.

Una sottile ma importante modifica è emersa nel rapporto trimestrale sulla prospettiva economica della Banca del Giappone, rilasciato contemporaneamente alla decisione sui tassi. In esso, la BoJ ha introdotto una nuova frase – la “probabilità” di raggiungere il suo obiettivo d’inflazione del 2% “continua a salire gradualmente” – offrendo così il suo suggerimento più forte fino ad ora che la normalizzazione della politica si stava avvicinando.
Nella conferenza stampa della scorsa settimana, il governatore Ueda ha anche chiarito che una serie di aumenti non è garantita a seguito della decisione di terminare i tassi di interesse negativi, affermando: “Un ambiente finanziario estremamente accomodante continuerà per il momento.”
I segnali dalla BoJ sono tuttavia accompagnati da condizioni che richiedono una valutazione più approfondita dei dati economici su prezzi e salari. Gli ufficiali della banca centrale hanno comunque sottolineato il tono più assertivo nelle regolari interazioni con i partecipanti ai mercati finanziari.

Latest News