23.1 C
Milano
martedì, Settembre 21, 2021

Bitpanda, dopo round da 263 mln ora vale 4,1 miliardi di dollari

La fintech austriaca Bitpanda vale 4,1 miliardi di dollari dopo aver chiuso un round di Serie C da 263 milioni di dollari guidato da Valar Ventures.

Il round di finanziamento della serie C, che ha visto anche la partecipazione di LeadBlock Partners, Jump Capital (entrambi investitori esistenti), nonché Alan Howard e REDO Ventures, arriva solo quattro mesi dopo che Bitpanda ha ottenuto lo status di unicorno, con una valutazione di $ 1,2 miliardi.

Fondata in Austria nel 2014 da Eric Demuth, Paul Klanschek e Christian Trummer, Bitpanda ha dichiarato che utilizzerà i nuovi fondi, per rafforzare il suo team e raddoppiare la tecnologia, l’espansione internazionale e la crescita. Secondo Alejandro Zala, responsabile del fintech in Spagna, parte di questi fondi sarà utilizzata per effettuare acquisti e aumentare la forza lavoro dagli attuali 500 lavoratori agli 800 che vogliono avere alla fine di quest’anno; è stato appena aperto un ufficio a Madrid ed è in procinto di creare un polo tecnologico a Barcellona.

L’azienda con sede a Vienna ha iniziato come società di trading di criptovalute, ma si è ampliata per offrire una gamma più ampia di prodotti di investimento come Exchange Traded Funds (ETF) e frazioni frazionarie senza commissioni azioni insieme a criptovalute o metalli preziosi. L’azienda ha ora più di 500 persone che lavorano nella sua sede di Vienna, nonché in hub e uffici tecnologici fisici in otto città in tutta Europa, tra cui Vienna, Barcellona, ​​Berlino, Cracovia, Londra, Madrid, Milano e Parigi. Negli ultimi mesi c’è stata una vera e propria corsa alle assunzioni con quattro assunzioni chiave colte dal mondo del fintech.

Ora la piattaforma vanta 3 milioni di utenti ed è sulla buona strada per raggiungere una crescita dei clienti 6 volte superiore all’anno. Secondo la società i ricavi sono destinati ad aumentare di sette volte nel 2021 rispetto al 2020.

La fintech austriaca Bitpanda vale 4,1 miliardi di dollari dopo aver chiuso un round di Serie C da 263 milioni di dollari guidato da Valar Ventures.

Il round di finanziamento della serie C, che ha visto anche la partecipazione di LeadBlock Partners, Jump Capital (entrambi investitori esistenti), nonché Alan Howard e REDO Ventures, arriva solo quattro mesi dopo che Bitpanda ha ottenuto lo status di unicorno, con una valutazione di $ 1,2 miliardi.

Fondata in Austria nel 2014 da Eric Demuth, Paul Klanschek e Christian Trummer, Bitpanda ha dichiarato che utilizzerà i nuovi fondi, per rafforzare il suo team e raddoppiare la tecnologia, l’espansione internazionale e la crescita. Secondo Alejandro Zala, responsabile del fintech in Spagna, parte di questi fondi sarà utilizzata per effettuare acquisti e aumentare la forza lavoro dagli attuali 500 lavoratori agli 800 che vogliono avere alla fine di quest’anno; è stato appena aperto un ufficio a Madrid ed è in procinto di creare un polo tecnologico a Barcellona.

L’azienda con sede a Vienna ha iniziato come società di trading di criptovalute, ma si è ampliata per offrire una gamma più ampia di prodotti di investimento come Exchange Traded Funds (ETF) e frazioni frazionarie senza commissioni azioni insieme a criptovalute o metalli preziosi. L’azienda ha ora più di 500 persone che lavorano nella sua sede di Vienna, nonché in hub e uffici tecnologici fisici in otto città in tutta Europa, tra cui Vienna, Barcellona, ​​Berlino, Cracovia, Londra, Madrid, Milano e Parigi. Negli ultimi mesi c’è stata una vera e propria corsa alle assunzioni con quattro assunzioni chiave colte dal mondo del fintech.

Ora la piattaforma vanta 3 milioni di utenti ed è sulla buona strada per raggiungere una crescita dei clienti 6 volte superiore all’anno. Secondo la società i ricavi sono destinati ad aumentare di sette volte nel 2021 rispetto al 2020.

Latest News

I più letti