10 C
Milano
lunedì, Ottobre 18, 2021

Bitcoin, il numero uno di JP Morgan lo considera “inutile”

“Personalmente penso che il bitcoin sia inutile“.

Così Jamie Dimon, presidente e ceo di JPMorgan Chase, conosciuto per non essere un gran fan di bitcoin, durante un evento dell’Institute of International Finance lunedì, secondo quanto riportato da CNBC.

“Non voglio essere un portavoce, non mi interessa. Non fa alcuna differenza per me“, ha detto. “I nostri clienti sono adulti. Non sono d’accordo. Questo è ciò che fa i mercati. Quindi, se vogliono avere accesso per comprarti bitcoin, non possiamo custodirlo ma possiamo dare loro un accesso legittimo, il più pulito possibile”.

Già nel febbraio 2019, JPMorgan ha dichiarato che avrebbe lanciato una valuta digitale chiamata JPM Coin e nell’ottobre 2020 l’azienda ha creato una nuova unità per i progetti blockchain. Ad agosto, ha iniziato a fornire ai suoi clienti di gestione patrimoniale l’accesso a fondi crittografici, secondo quanto riportato dalla CNBC. Da parte sua, tuttavia, Dimon ha tenuto duro nella sua prospettiva anti-cripto. “Ho sempre creduto che sarà reso illegale da qualche parte, come la Cina lo ha reso illegale, quindi penso che sia un po’ di oro da pazzi”.

Parte dello scetticismo di Dimon riguarderebbe l’offerta, dato che il numero totale di bitcoin che possono esistere dovrebbe essere limitato a 21 milioni. L’offerta limitata è spesso citata come un motivo per essere rialzisti su bitcoin, poiché non è possibile crearne altre una volta che tutte le monete sono state estratte in circa 100 anni. Questo è un argomento comune per l’appello di bitcoin come copertura contro l’inflazione. “Come fai a sapere che finisce a 21 milioni [bitcoin]? Leggete tutti algoritmi? Ci credete tutti? Non lo so, sono sempre stato scettico di cose del genere”, avrebbe detto Dimon, secondo Brian Cheung di Yahoo Finance.

Dimon può anche non credere nel valore del bitcoin, ma intanto gli investitori si sono riversati nelle ultime settimane, tanto che la criptovaluta più conosciuta al mondo sta continuando il suo rally, rimanendo ampiamente sopra i 57.500$, dopo una serie di movimenti laterali che sembrerebbero lasciar intendere una sua ulteriore crescita, con i massimi storici che sono ormai sempre più prossimi (Il Bitcoin ad aprile aveva raggiunto la cifra record di quasi 65.000 dollari in aprile). Il trend di breve termine rimane quindi positivo, con i principali indicatori direzionali che si trovano in posizione long.

Bitcoin/USD – Tradingview

Latest News

Web TV