22.4 C
Milano
lunedì, Settembre 20, 2021

Bilancia commerciale, a giugno Eurozona in surplus di 18,1 mld

La prima stima per le esportazioni di beni dell’area euro verso il resto del mondo a giugno 2021 è stata di 209,9 miliardi di euro, in aumento del 23,8% rispetto a giugno 2020 (169,6 miliardi di euro), mese che aveva risentito del contenimento del COVID-19 misure ampiamente introdotte dagli Stati membri.

Le importazioni dal resto del mondo si sono attestate a 191,8 miliardi di euro, in aumento del 28,2% rispetto a giugno 2020 (149,6 miliardi di euro).

Di conseguenza, l’area dell’euro ha registrato un avanzo di 18,1 miliardi di euro negli scambi di merci con il resto del mondo nel giugno 2021, rispetto a +20,0 miliardi di euro nel giugno 2020. Il commercio all’interno dell’area dell’euro è salito a 188,0 miliardi di euro nel giugno 2021, in aumento del 24,6% rispetto a giugno 2020.

Da gennaio a giugno 2021, le esportazioni di beni dell’area dell’euro verso il resto del mondo sono salite a 1 172,5 miliardi di euro (un aumento del 15,5% rispetto a gennaio-giugno 2020) e le importazioni sono aumentate a 1 070,1 miliardi di euro (un aumento di 15,2 miliardi di euro).

Di conseguenza, l’area dell’euro ha registrato un avanzo di 102,5 miliardi di euro, rispetto a +86,0 miliardi di euro nel periodo gennaio-giugno 2020. Il commercio all’interno dell’area dell’euro è salito a 1.047,8 miliardi di euro nel periodo gennaio-giugno 2021, in aumento del 20,3% rispetto a gennaio.

La prima stima per le esportazioni di merci extra-UE a giugno 2021 è stata di 188,3 miliardi di euro, in aumento del 22,3% rispetto a giugno 2020 (154,0 miliardi di euro). Le importazioni dal resto del mondo si sono attestate a 173,5 miliardi di euro, in aumento del 29,6% rispetto a giugno 2020 (133,9 miliardi di euro). Di conseguenza, l’UE ha registrato un avanzo di 14,8 miliardi di euro negli scambi di merci con il resto del mondo nel giugno 2021, rispetto a +20,0 miliardi di euro nel giugno 2020. Il commercio intra-UE è salito a 294,4 miliardi di euro nel giugno 2021, + 24,6% rispetto a giugno 2020.

Da gennaio a giugno 2021, le esportazioni di merci extra-UE sono aumentate a 1.048,9 miliardi di euro (in aumento del 13,8% rispetto a gennaio-giugno 2020) e le importazioni a 964,5 miliardi di euro (in aumento del 13,9% rispetto a gennaio-giugno 2020). Di conseguenza, l’UE ha registrato un avanzo di 84,4 miliardi di euro, rispetto a +75,2 miliardi di euro a gennaio-giugno 2020. Il commercio intra-UE è salito a 1 654,2 miliardi di euro a gennaio-giugno 2021, +21,2% rispetto a gennaio-giugno. 2020.

Nei primi sei mesi del 2021, dopo la fine del periodo di transizione, le importazioni dell’UE dal Regno Unito in forte calo (-18,2%).

A giugno 2021, rispetto a giugno 2020, tutti gli Stati membri hanno registrato un forte aumento delle esportazioni extra-UE. Gli aumenti più elevati sono stati registrati a Malta (+65,4%), Grecia (+47,3%) e Cipro (+45,7%).

Per quanto riguarda le importazioni extra-UE, tutti gli Stati membri hanno registrato un aumento delle importazioni extra-UE nel giugno 2021 rispetto a giugno 2020 tranne Cipro (-18,7%). Gli aumenti più elevati sono stati osservati in Lettonia (+88,7%), Slovacchia (+72,1%) ed Estonia (+62,4%).

La prima stima per le esportazioni di beni dell’area euro verso il resto del mondo a giugno 2021 è stata di 209,9 miliardi di euro, in aumento del 23,8% rispetto a giugno 2020 (169,6 miliardi di euro), mese che aveva risentito del contenimento del COVID-19 misure ampiamente introdotte dagli Stati membri.

Le importazioni dal resto del mondo si sono attestate a 191,8 miliardi di euro, in aumento del 28,2% rispetto a giugno 2020 (149,6 miliardi di euro).

Di conseguenza, l’area dell’euro ha registrato un avanzo di 18,1 miliardi di euro negli scambi di merci con il resto del mondo nel giugno 2021, rispetto a +20,0 miliardi di euro nel giugno 2020. Il commercio all’interno dell’area dell’euro è salito a 188,0 miliardi di euro nel giugno 2021, in aumento del 24,6% rispetto a giugno 2020.

Da gennaio a giugno 2021, le esportazioni di beni dell’area dell’euro verso il resto del mondo sono salite a 1 172,5 miliardi di euro (un aumento del 15,5% rispetto a gennaio-giugno 2020) e le importazioni sono aumentate a 1 070,1 miliardi di euro (un aumento di 15,2 miliardi di euro).

Di conseguenza, l’area dell’euro ha registrato un avanzo di 102,5 miliardi di euro, rispetto a +86,0 miliardi di euro nel periodo gennaio-giugno 2020. Il commercio all’interno dell’area dell’euro è salito a 1.047,8 miliardi di euro nel periodo gennaio-giugno 2021, in aumento del 20,3% rispetto a gennaio.

La prima stima per le esportazioni di merci extra-UE a giugno 2021 è stata di 188,3 miliardi di euro, in aumento del 22,3% rispetto a giugno 2020 (154,0 miliardi di euro). Le importazioni dal resto del mondo si sono attestate a 173,5 miliardi di euro, in aumento del 29,6% rispetto a giugno 2020 (133,9 miliardi di euro). Di conseguenza, l’UE ha registrato un avanzo di 14,8 miliardi di euro negli scambi di merci con il resto del mondo nel giugno 2021, rispetto a +20,0 miliardi di euro nel giugno 2020. Il commercio intra-UE è salito a 294,4 miliardi di euro nel giugno 2021, + 24,6% rispetto a giugno 2020.

Da gennaio a giugno 2021, le esportazioni di merci extra-UE sono aumentate a 1.048,9 miliardi di euro (in aumento del 13,8% rispetto a gennaio-giugno 2020) e le importazioni a 964,5 miliardi di euro (in aumento del 13,9% rispetto a gennaio-giugno 2020). Di conseguenza, l’UE ha registrato un avanzo di 84,4 miliardi di euro, rispetto a +75,2 miliardi di euro a gennaio-giugno 2020. Il commercio intra-UE è salito a 1 654,2 miliardi di euro a gennaio-giugno 2021, +21,2% rispetto a gennaio-giugno. 2020.

Nei primi sei mesi del 2021, dopo la fine del periodo di transizione, le importazioni dell’UE dal Regno Unito in forte calo (-18,2%).

A giugno 2021, rispetto a giugno 2020, tutti gli Stati membri hanno registrato un forte aumento delle esportazioni extra-UE. Gli aumenti più elevati sono stati registrati a Malta (+65,4%), Grecia (+47,3%) e Cipro (+45,7%).

Per quanto riguarda le importazioni extra-UE, tutti gli Stati membri hanno registrato un aumento delle importazioni extra-UE nel giugno 2021 rispetto a giugno 2020 tranne Cipro (-18,7%). Gli aumenti più elevati sono stati osservati in Lettonia (+88,7%), Slovacchia (+72,1%) ed Estonia (+62,4%).

Latest News

I più letti