28 C
Milano
domenica 22 Maggio 2022

Atlantia, domani l’Opa Benetton?

Milano – I Benetton e il fondo Blackstone sarebbero pronti a lanciare un’Opa difensiva su Atlantia già mercoledì, 13 aprile. Lo scrive Bloomberg, citando fonti vicino alla vicenda. Le stesse fonti spiegano anche che la holding Edizione, che controlla il 33% di Atlantia, punta a coinvolgere gli altri azionisti nel piano di rilevare la società e fare poi il delisting, cioè toglierla dalla Borsa, e in quest’ottica insieme al fondo Blackstone, starebbe dialogando con il fondo sovrano di Singapore Gic Pte e Fondazione Cassa di Risparmio di Torino per studiare il progetto. Insieme Gic e Crt controllano il 13% di Atlantia.

Il titolo Atlantia resta, dunque, sotto i riflettori del mercato e chiude sui massimi da febbraio 2020. A spingere in avanti le azioni del gruppo infrastrutturale contribuiscono le indiscrezioni stampa secondo cui la famiglia Benetton, insieme al fondo Blackstone, potrebbe lanciare un’offerta per aumentare la presa sulla holding e ostacolare così la cordata di fondi Gip-Brookfield. Il mercato scommette dunque su un’OPA difensiva Benetton-Blackstone già mercoledì prossimo, secondo quanto riportato dall’agenzia Bloomberg, che cita fonti vicino alla vicenda. A Piazza Affari il titolo Atlantia ha chiuso la seduta con una flessione dell’1,09%.

La partenza è stata difficile per il titolo che è partito a 21,77 Euro, sopra il livello più basso della giornata precedente, per poi migliorare progressivamente nel corso della giornata. Su base settimanale, il trend del titolo è più solido rispetto a quello del FTSE MIB. Al momento, quindi, l’appeal degli investitori è rivolto con più decisione al gestore della più estesa rete autostradale europea rispetto all’indice di riferimento.

Le implicazioni di breve periodo di Atlantia sottolineano l’evoluzione della fase positiva al test dell’area di resistenza a 23,09. Possibile una discesa fino al bottom 19,56. Ci si attende un rafforzamento della curva al test di nuovi target a 26,62. I volumi giornalieri pari a 6.939.746 risultano essere superiori alla media mobile dei volumi ad un mese fissata a 3.170.685, denotando un forte interesse sulla società di concessionarie autostradali da parte del mercato. Lo scostamento tra prezzi contenuto, con la volatilità giornaliera che assume un valore pari a 1,408, sta ad indicare un investimento maggiormente indicato a soggetti avversi al rischio.

Latest News