26.2 C
Milano
domenica 22 Maggio 2022

Atlantia, Benetton cancella la “gaffe”: nuovo battesimo per Schema43

Milano – Schemaquarantatre, la società veicolo che lancerà l’Opa su Atlantia per conto del fondo Blackstone e di Edizione, la holding dei Benetton, cambierà nome. Lo annuncia il presidente di Edizione, Alessandro Benetton, dopo le polemiche per il fatto che il nome della ‘bidco’, che usa il sistema tradizionale utilizzato dalla famiglia per denominare le società di scopo con un numero progressivo, corrisponde al bilancio dei morti per il crollo del Ponte Morandi di Genova.

“Abbiamo dato l’ordine alle strutture aziendali”, spiega Alessandro Benetton a margine della presentazione della sua autobiografia a Milano. “Questa scivolata della nostra struttura aziendale lascia anche me a bocca aperta: abbiamo dato immediatamente ordine che il nome della società venga cambiato, anche come gesto di discontinuità che questo meccanismo dei numeri consequenziali venga stoppato e si passi ad altro”, aggiunge Alessandro Benetton prima della presentazione del libro ‘la traiettoria’.

Intanto, per il ministro delle Infrastrutture Enrico Giovannini è ancora “decisamente prematuro” affermare se il governo italiano eserciterà la golden power sull’OPA della famiglia Benetton e del fondo statunitense Blackstone nei confronti di Atlantia, holding quotata su Euronext Milan focalizzata sulle infrastrutture e sui servizi per la mobilità: “Occorre conoscere il piano complessivo e valutare”, dice.

L’intervento del governo potrebbe essere sugli aeroporti di Roma, gestiti da ADR (controllata da Atlantia). Prima dell’avvio dell’operazione servono infatti diversi via libera da parte delle autorità, tra cui Consob, Banca d’Italia e Banca di Spagna. In particolare, la Banca d’Italia ha la supervisione di Telepass (in quanto società di pagamento), mentre Consob deve approvare il prospetto.

Latest News