29.4 C
Milano
domenica 3 Luglio 2022

Assoreti: prodotti finanziari distribuiti -2,3%, colpa della guerra ucraina

Milano – A fine marzo la valorizzazione dei prodotti finanziari e dei servizi di investimento distribuiti dagli intermediari associati ad Assoreti era pari a 768 miliardi di euro, con una flessione del 2,3% rispetto a fine 2021 “riconducibile all’instabilità dei mercati finanziari originata dal conflitto russo-ucraino”. Lo rende noto un comunicato dell’Associazione delle società per la consulenza agli investimenti.

Il patrimonio complessivo dei prodotti del risparmio gestito scende a 533 miliardi, con una contrazione congiunturale del 3,8%. In calo anche la componente finanziaria del risparmio amministrato (-2,3%), ora pari a 107 miliardi, mentre aumenta la componente di liquidità (+4,2%), in quanto componente neutrale rispetto all’andamento dei mercati finanziari, e raggiunge i 128 miliardi.

“Le attuali tensioni geopolitiche e il riflesso che osserviamo sull’intero sistema economico-finanziario – commenta Paolo Molesini, presidente dell’associazione -hanno inevitabilmente avuto un impatto anche sul patrimonio dei clienti delle Reti, ma in misura contenuta grazie alla diversificazione dei portafogli e alle strategie di medio lungo termine raccomandate dai consulenti finanziari”.

Latest News