22.2 C
Milano
sabato 28 Maggio 2022

Acea: crescita di 3,9 miliardi nel 2021, dividendo a 0,85 euro

Roma – Acea chiude il 2021 con ricavi consolidati che raggiungono 3,9 miliardi di euro in crescita del 17,6% rispetto al corrispondente periodo del 2020. L’utile netto del Gruppo raggiunge 313,3 milioni di euro, in aumento del 10% rispetto allo scorso anno (284,9 milioni di Euro). L’EBITDA consolidato aumenta dell’8,7% a 1.256,1 milioni di Euro (1.155,5 milioni di Euro nel 2020). Alla performance positiva hanno contribuito “tutte le aree di business e, in particolare, le attività relative all’Idrico, alla Generazione e all’Ambiente”, spiega la società nella nota dei conti. L’EBIT cresce dell’8,6% a 581,1 milioni di Euro e riflette i maggiori ammortamenti (+9,7%, prevalentemente dovuti alla variazione di perimetro) e l’aumento delle svalutazioni crediti (+8,6%).

Gli investimenti realizzati nel 2021, al netto degli investimenti legati alle attività da dismettere (fotovoltaico) e di quelli finanziati, sono pari a 931 milioni di Euro (+5,1%) e sono ripartiti come segue: Idrico 499 milioni di Euro, Infrastrutture Energetiche 275 milioni di Euro, Generazione 23 milioni di Euro, Commerciale e Trading 49 milioni di Euro, Ambiente 36 milioni di Euro, altre aree di business e Capogruppo 49 milioni di Euro. L’83% degli investimenti è destinato alle attività regolate. L’indebitamento finanziario netto è pari a 3.977,2 milioni di Euro, rispetto a 3.528 milioni di Euro del 31 dicembre 2020. La variazione risente dei maggiori investimenti realizzati, delle modifiche del perimetro di consolidamento.

Il Consiglio di Amministrazione proporrà all’Assemblea Ordinaria degli Azionisti la distribuzione di un dividendo pari a 0,85 Euro per azione che sarà messo in pagamento a partire dal 22 giugno 2022, con stacco della cedola il 20 giugno e record date il 21 giugno. Per l’anno in corso Acea stima: un aumento dell’EBITDA compreso tra il 2% e il 4% rispetto al 2021, investimenti sostanzialmente in linea con il 2021, ed un indebitamento finanziario netto compreso tra 4,2 e 4,3 miliardi di euro.

“I risultati del 2021, nonostante uno scenario tutt’ora complesso sia per il perdurare della pandemia che, dalla seconda metà dell’anno, per la volatilità del mercato dell’energia, sono in crescita. Grazie alla strategia messa in atto, supportata dalla solida struttura finanziaria, siamo stati in grado di cogliere tempestivamente le opportunità derivanti dalla ripresa economica – ha commentato Giuseppe Gola, Amministratore Delegato di ACEA -. Il significativo incremento dell’EBITDA, che ha superato la guidance rivista al rialzo nel corso del 2021, è dovuto al positivo andamento di tutte le nostre aree di business che hanno mostrato risultati in progressiva e costante crescita, accompagnati dal raggiungimento di concreti obiettivi d sostenibilità.

L’anno è stato inoltre caratterizzato dalla conclusione di importanti operazioni industriali sia nell’area Ambiente, con l’acquisizione di impianti nel trattamento dei rifiuti, in un’ottica di economia circolare, che nel settore delle rinnovabili, dove abbiamo siglato un accordo con il fondo infrastrutturale Equitix. La performance registrata ci permette, pertanto, di proporre all’Assemblea degli Azionisti un dividendo in aumento rispetto all’anno precedente e a quanto previsto dal Piano Industriale per il 2021. Per il 2022, pur in uno scenario ad oggi complicato dalle tensioni internazionali, con effetti significativi sul mercato dell’energia e che potranno incidere sulla ripresa economica, ci aspettiamo risultati in ulteriore miglioramento”.

Latest News